Terra Di Concordia
[2011-2012]

“The things which have the greatest value in use have frequently little or no value in exchange; on the contrary, those which have the greatest value in exchange have frequently little or no value in use. Nothing is more useful than water, but it will purchase scarcely anything.”
(Smith, Adam 1776, “An Inquiry into the Nature and Causes of the Wealth of Nations”)

“Porto della Concordia” (Concord Port) is a harbor under construction in Fiumicino (Rome) and it should be the largest touristic harbor of Lazio region. It's an infrastructure that implies the consumption of 105 acres of soil, a giant made of cement - 130,000 cubic meters - in an area that, according to the Basin Authority, is at high hydrogeological risk. An area where would be necessary to take actions “to obtain the largest number of open spaces for the water to flow towards the sea and inland”, certainly not suited to overbuilding.
In November 2013, the harbor area has been seized by the magistrates for structural deficiencies, and in March 2013, Francesco Bellavista Caltagirone, the head of the company that was making the harbor, was arrested for public supplies fraud. Now the area is languishing abandoned.
This is an Italian story of a speculation disguised as urban redevelopment and environmental improvement.

_______________________________________________________

«Le cose che hanno il maggiore valore d'uso hanno spesso poco o nessun valore di scambio; e, al contrario, quelle che hanno maggior valore di scambio hanno spesso poco o nullo valore d'uso. Nulla è più utile dell'acqua, ma difficilmente con essa si comprerà qualcosa» (Ricchezza delle Nazioni, Adam Smith.1776).

O no?

3 aprile 2013: la Regione Lazio stanzia, con procedura d'urgenza, 700.000 euro per un intervento straordinario sul “Porto della Concordia”, in costruzione a Fiumicino. Le scogliere artificiali che dovrebbero arginare i flutti stanno sprofondando, con il rischio che nessuna barriera fermi il mare, quand’è grosso.

Però. Se i soldi stanziati son soldi pubblici, il Porto della Concordia è un’opera privata.

Però. L’area del porto è sotto sequestro per carenze strutturali da novembre 2012 e, a marzo 2013, Francesco Bellavista Caltagirone, il costruttore a capo dell'impresa che stava realizzando la struttura, è stato arrestato per frode nelle pubbliche forniture.

Però. In tre anni, da quando la prima pietra è stata posata, sul Porto della Concordia ha regnato l’immobilismo e dei 1.500 posti barca, previsti nel progetto, ancora non si vede l’ombra.

Però. A ben pensarci, questo potrebbe non essere un male. Quello di Fiumicino sarebbe il porto più grande del Lazio, un'opera che comporta il consumo di 105 ettari circa di suolo, cui bisogna aggiungere la superficie prevista per i parcheggi, 50.990 mq. Un gigante di cemento, esattamente 129.700 metri cubi, tra strutture ricettive, attrezzature commerciali, centri congressi e cinema e, in quota minore, servizi.

Eppure. L'area della foce del Tevere, dove dovrebbe sorgere il porto, secondo l'Autorità di bacino è una zona a rischio idrogeologico “molto elevato”. Un'area dove bisognerebbe realizzare precise azioni per “reperire il maggior numero di aree libere per il deflusso delle acque verso il mare e verso l’entroterra”. Non propriamente il luogo dove versare tonnellate di cemento.

Ma. La foce del Tevere è un territorio abbandonato, che reca con sé - e mostra, a chi lo guardi - le cicatrici dell'assenza; un territorio dove le tracce umane, sparse e casuali, raccontano – se si vuole ascoltare – di un deserto di idee. Un luogo dove i segni della presenza dell'uomo disegnano, in realtà, la sua chiara e netta assenza come essere capace di progetto e pensiero collettivo.

Però. Una lunga e reiterata finzione ci vuole capaci di progettare. Così, in un humus di ipocrisia riconosciuta, l'illusione di uno sviluppo fatto di alberghi, yacht e ricchezze immaginate, si ammanta di intenzioni nobili e si definisce “progetto di riqualificazione e promozione territoriale dell'area della foce”, mentre l'abitato confinante ancora aspetta la costruzione di fogne e il mare preme.

Però. Dove una volta c'era spiaggia, ora languono ampie zone recintate, resti di vecchi capanni di pesca, tracce di un'azione iniziata e dimenticata. Si preme sul territorio, lo si mangia e lo si abbandona. Mentre aspettiamo, mentre non vediamo, mentre non “guardiamo”, tutto si mangia la speculazione.

Francesca Bottello

*Dati e citazioni provengono dai dossier di Goletta Verde, consultabili sul sito di Legambiente Lazio e dal progetto definitivo del porto turistico di Fiumicino presentato dalla Iniziative Portuali s.r.l. nel 2008.

http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli01.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli02.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli03.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli04.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli05.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli06.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli07.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli08.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli09.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli10.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli11.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli12.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli13.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli14.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli15.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli16.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli17.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli18.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli19.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli20.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli21.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli22.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli23.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli24.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli25.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli26.jpg
http://alessandrociccarelli.monkeyphoto.org/files/gimgs/22_alessandrociccarelli27.jpg